Condotta

SLOW FOOD

Fondata da Carlo Petrini nel 1986, Slow Food è diventata nel 1989 una associazione internazionale.
Nata a Bra, oggi conta 100 000 iscritti, con sedi in Italia, Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Giappone, Regno Unito (in ordine di costituzione) e aderenti in 130 Paesi. Da un’idea di Slow Food è nata Terra Madre, il meeting mondiale tra le Comunità  del Cibo, che è giunta nell’ottobre 2012 alla sua quinta edizione.

Slow Food significa dare la giusta importanza al piacere legato al cibo, imparando a godere della diversità  delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà  dei luoghi di produzione e a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio.
Slow Food afferma la necessità  dell’educazione del gusto come migliore difesa contro la cattiva qualità  e le frodi e come strada maestra contro l’omologazione dei nostri pasti; opera per la salvaguardia delle cucine locali, delle produzioni tradizionali, delle specie vegetali e animali a rischio di estinzione; sostiene un nuovo modello di agricoltura, meno intensivo e più pulito.

Slow Food, attraverso progetti (Presìdi), pubblicazioni (Slow Food Editore), eventi (Terra Madre) e manifestazioni (Salone del Gusto, Cheese, Slow Fish) difende la biodiversità  e i diritti dei popoli alla sovranità alimentare.
La rete dei 100 000 associati di Slow Food è suddivisa in sedi locali – dette Condotte in Italia e Convivium nel mondo, coordinate da Convivium leader che si occupano di organizzare corsi, degustazioni, cene, viaggi, di promuovere a livello locale le campagne lanciate dall’associazione, di attivare progetti diffusi come gli orti scolastici e di partecipare ai grandi eventi organizzati da Slow Food a livello internazionale. Sono attivi più di 1000 Convivium Slow Food in 130 Paesi, comprese le 410 Condotte in Italia.

 

LA CONDOTTA VALLI GRANDI VERONESI

La Condotta Valli Grandi Veronesi, costituita nel 2003 e rifondata nel febbraio del 2010, ha al suo attivo circa 80 soci ed opera nel territorio a sud della provincia di Verona.  La sua area di intervento confina a est con il Padovano, a Ovest con il Mantovano e a sud con il territorio Rodigino.  Per questo motivo l’offerta turistico-gastronomica risulta essere molto varia sia nella proposta di prodotti tipici sia nel modo di trasformarli in piatti semplici, ma mai banali.

Sul territorio di riferimento, in sintonia con la filosfia Slow Food, la condotta opera per aggregare contadini, allevatori, cuochi e appassionati eco-gastronomi nel mantenimento di un cibo buono, pulito e giusto.

Molti sono gli appuntamenti eno-gastronomici organizzati durante l’anno, in collaborazione con gli Amici di Slow Food: produttori, trasformatori e cuochi che collaborano stabilmente nell’organizzazione di eventi.
In particolare segnaliamo nel periodo che va dalla fine di gennaio alla fine di febbraio, il mese della Stortina, con degustazioni del tipico salume delle Valli Grandi Veronesi, che si conclude con il Palio della Stortina durante il quale viene premiato il migliore produttore non professionista.

La condotta è retta da un fiduciario e dal comitato di condotta.
Alla data del 31 dicembre 2015 il comitato di Condotta è composto da:
– Susanna Bertelè (Consigliere)
– Silvia Zago (Consigliere)
– Tommaso Marini (Consigliere)
– Alberto Sartori (Consigliere)
– Fausto Merlin (Tesoriere)
– Manuel SIgnorini (Segretario)

il fiduciario è Matteo Merlin